domenica 4 aprile 2010

Il signoraggio di Willem Buiter

 Circola di recente, supportata da diverse blog e siti di (dis)informazione sul web, una nuova bufala, fresca fresca.

Si tratta di una interpretazione al quanto strana su di un articolo di Willem Buiter, scritto nell'aprile 2007, che alcuni sedicenti "studiosi" del sistema monetario hanno pescato chissà come.
L'articolo lo potete scaricare da questo indirizzo.

Sembra che questo documento abbia assunto un'estrema importanza per queste persone, a tal punto dall'avere prontamente indetto una petizione per trarre vantaggio dalle clamorose verità ora messe in luce da questo Buiter, ad esempio leggendo da un blog, cito
Signoraggio: avevamo ragione noi. Willem Buiter, della London School of Economics, la più importante ed influente scuola di economia al mondo, nel 2007 ha pubblicato un documento rivelatore:..
Ma cosa dice questo eccezionale documento? Scommetto che non state più nella pelle e volete saperlo anche voi!
Allora non perdiamo altro tempo e leggiamo la frase messa in evidenza da questi novelli economisti.
Alla pagina 22 di tale documento è scritto, testualmente:

The solvency constraint of the Central Bank only requires that the present discounted value of its net non-monetary liabilities be non-positive in the long run. Its monetary liabilities are liabilities only in name, as they are irredeemable: the holder of base money cannot insist at any time on the redemption of a given amount of base money into anything else other than the same amount of itself (base money).

Siete rimasti delusi? mi spiace.. beh, proviamo a tradurre insieme quanto appena riportato, verifica che senz'altro molti firmatari di quella petizione non avranno fatto.


Il vincolo di solvibilità della Banca Centrale richiede solo che il valore attuale scontato delle passività nette non monetarie sia non positivo nel lungo termine. Le sue passività monetarie sono passività solo nel nome, in quanto non sono convertibili: il detentore della base monetaria non può pretendere in qualsiasi momento la conversione di una parte di base monetaria in qualsiasi altra cosa se non nella stessa base monetaria

Ossia in pratica dice qualcosa nota ormai da decine di anni: il sistema monetario attuale non è basato sulla convertibilità aurea o in altri beni. Ma solo sul corso forzoso.
Il corso forzoso d'altro canto, rende possibile "convertire" la propria moneta in qualsiasi bene o metallo semplicemente andando dall'orefice, che sarà obbligato per legge ad effettuare la conversione (e ne sarà ben lieto) cambiando moneta con oro.


Ma allora come nasce tutto questo entusiasmo di questi signori?
Loro l'hanno interpretata in modo alquanto singolare! Cito le conclusioni a cui sono arrivati:
Ovvero, che è pretestuoso mettere al passivo (falso passivo) la massa monetaria perché la banca non la restituirà MAI
In sostanza hanno inteso che il l'utile proveniente dal signoraggio non siano solo i frutti derivanti dall'emissione ma l'emissione stessa! Ma dove l'hanno letto poi?
In conclusione, siamo di fronte all'ennesima opera di mistificazione della realtà tipica dei signoraggisti.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni intervento, opinione, critica o consiglio è BEN accetto, purché sia fatto con rispetto ed educazione. Sotto tali premesse sarete contraccambiati . In caso contrario i commenti saranno cancellati all'istante.
Non è ammesso lo SPAM a siti fogna. Le citazioni devono essere inquadrate in un contesto, spiegate e argomentate. La sola citazione non è di alcun interesse per questa pagina. Se non sei in grado di dimostrare un'affermazione non presentarla come veritá. Non è importante chi dice qualcosa ma come lo argomenta.